L’ Internazionalizzazione d’impresa

Il processo di internazionalizzazione è frutto della globalizzazione, essa ha portato benefici, ampliando il business delle imprese e riuscendo a ridurre le differenze culturali, integrando quindi persone con diversa nazionalità e religione all’interno del proprio organico.

Tutto ciò ha portato ad una creazione di valore per l’impresa poiché essa è riuscita ad estendere il suo vantaggio competitivo e ad interfacciarsi in nuovi mercati con nuove fonti di approvvigionamento e nuovi consumatori.

Le imprese che intendono effettuare una penetrazione capillare nei mercati esteri devono elaborare delle strategie utili per affrontare nuovi mercati e nuovi competitors.

Tra i fattori strategici che sono importanti per il successo dell’impresa ritroviamo, la capacità di concentrarsi sulla domanda del nuovo mercato, quindi conoscere le fonti dalle quali l’impresa si deve approvvigionare, conoscere i rischi legati all’oscillazione della domanda e avere un know how innovativo per mantenere il vantaggio competitivo all’interno del mercato riuscendo a differenziarsi in maniera concreta ed efficiente.

Ci sono poi delle motivazioni che spingono l’impresa a sfruttare le opportunità del mercato e ad iniziare il processo di internazionalizzazione.

Le variabili che incidono sullo sviluppo internazionale dell’impresa sono variabili esterne e variabili interne. Le variabili esterne sono tutti quei fattori che spingono l’impresa a cercare nuovi mercati in contesti internazionali.

I fattori esterni ai quali l’impresa fa riferimento, sono il mercato geografico d’origine, che trovandosi in fase di piena maturità o di declino è più esposto ed aggredibile dalle imprese , l’espansione internazionale dei clienti, in questo caso è il cliente che sviluppa il proprio business all’estero e l’impresa nel seguirlo in questa situazione, entra anch’essa nel meccanismo che la porterà a conoscere i mercati internazionali, la possibilità di attuare delle strategie simili ai competitors, ovvero sfidarli all’interno del mercato utilizzando le loro stesse strategie o utilizzando strategie similari e la presenza delle opportunità all’interno mercato, in questo  caso non vi è una pianificazione per l’ internazionalizzazione bensì un’opportunità che spinge l’azienda verso un processo di internazionalizzazione.

Le variabili interne invece, sono quei fattori che prevedono una pianificazione aziendale che porta in un’espansione del proprio business all’estero.
Tra le variabili interne, ritroviamo la ricerca delle migliori condizioni di approvvigionamento, che consiste nell’ ottenere degli input di ottima qualità a prezzi accessibili, studiare nuovi mercati dove posso esportare il prodotto, creando una nuova domanda e stipulare degli accordi di collaborazione, come la joint venture, con delle aziende che hanno già delle basi solide nel mercato di riferimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: